Articoli

Siamo entusiasti di parlare ancora di Oticon Opn lo straordinario gioiello tecnologico Oticon di ultima generazione. Oticon Opn segna una svolta epocale nel mondo audioprotesico perché rappresenta la miglior soluzione progettata ad oggi da Oticon.
L’introduzione di Oticon Opn è già un successo per i nostri clienti. Gli apparecchi che oggi offriamo sono stati realizzati per migliorare la qualità della vita.

La nostra rivoluzionaria tecnologia, è così veloce e precisa da analizzare e seguire il panorama sonoro. Essa ci permette di percepire e bilanciare costantemente ogni singolo dettaglio, ricostruendo così un’immagine sonora ricca e consistente con la quale il cervello può scegliere su quale suono concentrarsi e, se lo desidera, spostare la sua attenzione.

Ci sono diverse semplici cose che si possono fare per semplificare la vita ad un nuovo utente di apparecchi acustici. Per esempio, avvicinarsi alla persona quando si è impegnati in conversazione, ed assicurarsi che il proprio volto risulti ben visibile. Le espressioni facciali e il movimento labiale potranno essere di grande aiuto. Ma attenzione: è impossibile far leggere il labiale fumando o masticando mentre si parla.

Il ronzio del frigorifero, il fruscio delle pagine di un giornale e il canto degli uccelli. Tutti suoni che lei può udire di nuovo, giusto?
Suoni e rumori che per lungo tempo non ha più udito e che scopre nuovamente. Inizi ad usare i suoi nuovi apparecchi in ambienti tranquilli, per esempio a casa. Ascolti la radio e chiacchieri piacevolmente con i suoi cari o con il vicino. Cominci ad abituarsi al nuovo suono della sua voce. Il suo cervello inizierà a rielaborare tutti i suoni insoliti. Ora le sue orecchie sono supportate dai suoi nuovi apparecchi acustici. Nei primi giorni molti suoni sembreranno più forti e pervasivi di prima. Occorre pazientare un po’ finché il suo cervello si abitui di nuovo a questi suoni.

Retro o intrauricolari – a lei la scelta!
Entrambi gli stili sono poi disponibili in un’ampia gamma di colori per meglio adattarsi al colore dei capelli o della pelle.

Una volta gli apparecchi acustici amplificavano semplicemente i suoni. Ma l’udito naturale non funziona così. I moderni sistemi, rendono di nuovo udibili i suoni deboli senza amplificare in eccesso quelli più forti, creando così un bilanciamento sonoro gradevole e naturale.

Sentire bene si dà per scontato, non è vero?
L’orecchio, ancor più dell’occhio, è il nostro organo sensoriale più sensibile. Meglio sentiamo, più facile è rapportarsi attivamente con il mondo. Il nostro senso uditivo lavora 24 ore su 24 nell’arco di tutta la nostra vita.