Soluzioni udito, apparecchi acustici Siena e Montevarchi, Audiomedical, test udito gratuiti

L’ipoacusia - Audiomedical

Audioprotesista con otoscopio

 

Quando l’udito si deteriora, i suoni della vita iniziano a scomparire. Per la maggior parte delle persone la perdita uditiva è un processo graduale. In genere sono i suoni ad alta frequenza i primi a svanire. Il cinguettio degli uccelli, ad esempio diventa man mano più debole. Dal momento che le basse frequenze vengono percepite meglio o persino normalmente, si è spesso portati a credere che non ci sia alcun problema. È facile dimenticarci quale sia il vero suono delle cose, specialmente perché si ha spesso la tendenza a non prestare attenzione a molto dei suoni più deboli.

Col peggiorare dell’ipoacusia, anche i suoni necessari alla comprensione del parlato iniziamo a risentirne e così la nostra capacità di comunicare con gli altri. A questo punto, ci si accorge di essere capaci di sentire, ma di non riuscire spesso a comprendere ciò che viene detto, specialmente se è presente del rumore di sottofondo. Rispetto a prima, sentiamo il bisogno di alzare maggiormente il volume della TV. Ci sembra a volte che le persone intorno a noi si “mangino” le parole, mentre in altre occasioni riusciamo a capire perfettamente ciò che viene detto. Per questo, è facile pensare che tali difficoltà siano dovute agli altri, che non parlano in modo chiaro, mentre invece è il nostro udito il vero problema. Poiché chi ci circonda non è in grado di vedere né di comprendere il nostro problema uditivo, sarà portato a considerarci semplicemente persone scontrose o poco socievoli.

Il modo graduale in cui si manifesta in genere l’ipoacusia rende facile ignorare il problema, fino a che esso non arriva ad esercitare un forte impatto negativo sulla nostra vita. Se la perdita si presentasse in modo improvviso, da un giorno all’atro, la sua drammaticità sarebbe evidente e ci spingerebbe fin da subito a cercare aiuto, per capire e risolvere le cause del problema.

Vari studi hanno dimostrato che la maggior parte delle persone con difficoltà d’udito significative aspetta anni, prima di decidersi ad affrontare il problema e cercare aiuto professionale. Questo è dovuto in parte ad una certa riluttanza nell’ammettere l’esistenza del problema, ma è legato sicuramente alla gradualità con cui la maggior parte delle perdite uditive si manifesta e, dunque, al tempo necessario, affinché le persone realizzino di soffrire di ipoacusia. Solitamente, le persone, quando iniziano ad indossare un apparecchio acustico si meravigliano nello scoprire tutto quello che avevano perso fino a quel momento! Per questo è bene acquisire consapevolezza il prima possibile dei proprio problemi d’udito, in modo da poter beneficiare presto di un trattamento adeguato.

Conoscere l’udito
Proteggi il tuo udito
L’ipoacusia
Consigli per iniziare
Scopriamo gli apparecchi acustici
Il Servizio Sanitario Nazionale