slider1

Il nostro udito

Pubblicato il 6 maggio 2016

Il nostro udito si sviluppa completa mente già nel grembo materno.
Di tutti i sensi il nostro udito è l’unico costantemente attivo.
Esso gioca un ruolo importante fin dal primo istante di vita, permettendoci di sentire il linguaggio, di capire e di crescere.
Fin da subito, le nostre orecchie ci inviano costantemente informazioni vitali, e ci fanno vivere emozioni. Le risate dei bambini, la musica, una frase d’amore; tutte emozioni altrettanto potenti quanto la scena di un film scandita da una musica drammatica che ne amplifichi l’impatto emotivo.
Il nostro senso uditivo ci fa riconoscere il pericolo. Anche mentre dormiamo, le nostre orecchie sono sempre vigili verso suoni inconsueti o importanti. Che sia un allarme antincendio o il pianto di un bimbo, reagiamo immediatamente.
Poiché il nostro udito è così prezioso e così importante, merita di essere protetto in modo speciale.

Abbiamo due orecchie ed un cervello con cui sentire. Per buoni motivi.
Chi sente bene può riconoscere sia i suoni bassi (un contrabbasso o l’acqua che scorre) che alti (un violino o il cinguettìo degli uccelli). In termini tecnici, vale a dire tutte le frequenze comprese tra 120 e i 20,000 Hertz.
Per di più, può gestire suoni molto deboli (il ronzìo di una zanzara) ed estremamente forti (la partenza di un jet). Ciò tecnicamente equivale a livelli sonori compresi tra circa O e 120 decibel.
Il nostro udito è particolarmente abile nel comprendere il linguaggio, riuscendolo a gestire in tutte le sue varie sfaccettature ed in ogni situazione. Sia stando seduti al bar, al telefono o ad una conferenza, il nostro udito esclude gran parte dei suoni irrilevanti per concentrarsi su quelli che è necessario sentire. È grazie a questa capacità che possiamo focalizzarci su un singolo strumento di un’orchestra sinfonica, o intrattenere una conversazione privata in un ambiente rumoroso.
Le nostre orecchie sentono a 360 gradi – in ogni singolo angolo attorno alla nostra testa. Esse riescono a distinguere il davanti dal dietro, l’alto dal basso. Questo ci permette di capire da che parte arrivino i suoni, quanto è grande una stanza o se vi siano degli ostacoli attorno a noi.

Tags: informazione, prevenzione, protezione udito